Manager più ricercati dalle PMI innovative

Contributi per le aziende: che cosa sono e a cosa servono?

I contributi sono i soldi che un’azienda deve spendere per il progetto. Devono essere visti come una spesa e non come un investimento. Ma perchè? Scopriamo insieme. I contributi sono un costo e non un ricavo. Tuttavia, se fatti bene, i contributi possono essere un ottimo modo per far crescere la tua attività con un rischio minimo.

Questa sezione tratterà alcuni dei modi in cui puoi far funzionare i contributi per te e la tua azienda.

Contributi per le aziende: i vantaggi

I contributi per le aziende possono aiutarle a crescere come impresa. Le aziende che decidono di usufruire di tali riescono a far crescere la propria aziende in modo agevolato.  In particolar modo riescono anche a sviluppare siti web, gestionali, ecommerce ottenendo un contributo a fondo perduto fino al 90%.

Quali sono i contributi fiscali

Tra le misure di agevolazione e sostegno abbiamo quelle che seguono:

Investimenti sostenibili 4.0

Si tratta di investimenti utili per il sostegno, nell’intero territorio nazionale, di nuovi investimenti imprenditoriali innovativi e sostenibili. L’obiettivo è favorire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa, al fine di superare la contrazione indotta dall’emergenza Covid e di orientare la ripresa degli investimenti verso ambiti strategici per la competitività e la crescita sostenibile del sistema economico.

Sostegno alle start up innovative

Il Bando Smart & Start e quindi quell’ incentivo per la nascita e la crescita imprese innovative ad alto contenuto tecnologico, è uno strumento agevolativo istituito con decreto 24 settembre 2014 ed è ancora oggi attivo. Questo incentivo ha l’obiettivo di promuovere, su tutto il territorio nazionale, le condizioni per la diffusione di nuova imprenditorialità e sostenere le politiche di trasferimento tecnologico e di valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata. Tra le spese ammissibili è previsto lo sviluppo di prodotti e di sevizi nel campo dell’economia digitale. Per ottenere l’incentivo Smart & Start quindi bisogna affidarsi a fornitori specializzati nel settore tecnologico.

Credito d’imposta formazione 4.0

Un altro incentivo consiste nel fare investimenti nella formazione del personale ottenendo un credito d’imposta. Il credito d’imposta è riconosciuto in misura del:

  • 70% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di 300 mila euro per le piccole imprese, a condizione che le attività formative siano erogate dai soggetti individuati con decreto del Ministro dello sviluppo economico di prossima emanazione e che i risultati relativi all’acquisizione o al consolidamento delle suddette competenze siano certificati secondo le modalità stabilite con il medesimo decreto ministeriale;
  • 50% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di 250 mila euro per le medie imprese, a condizione che le attività formative siano erogate dai soggetti individuati con decreto del Ministro dello sviluppo economico di prossima emanazione e che i risultati relativi all’acquisizione o al consolidamento delle suddette competenze siano certificati secondo le modalità stabilite con il medesimo decreto ministeriale;
  • 30% delle spese ammissibili per le grandi imprese nel limite massimo annuale di 250 mila euro.

Se sei interessato a questi incentivi contattaci.

Di Mary Roma

Mary Roma Laureata presso l'università Luigi Vanvitelli di Napoli in ingegneria gestionale. Appassionata di Web e di ICT segue con interesse il mondo delle nuove tecnolgie applicate all'industria ed all'impresa.